Se ti stai appassionando di detersivi fai da te allora avrai già letto in diverse ricette questo nome: sodio citrato.

L’acqua contiene calcare e per evitare che il tensioattivo – ossia l’elemento che lava all’interno di una formulazione anche casalinga (nel caso dei detersivi fai da te viene impiegato il sapone vegetale grattugiato) – sia impegnato a contrastare i sali che si trovano naturalmente dentro l’acqua, sarà importante inserire dentro la formulazione un sequestrante: esso catturerà il calcare dell’acqua, lasciando libero di agire il tensioattivo.

Nei detersivi fai da te si impiega il sodio citrato o citrato di sodio (lo troverete scritto in entrambi i modi): questo ingrediente lo si può trovare in commercio in polvere, oppure e’ possibile farselo in casa molto semplicemente.

Sodio citrato: il sequestrante tutto fare dei detersivi fai da te

Di cosa hai bisogno:

800 gr di acqua demineralizzata,
200 gr di acido citrico
170 gr di carbonato di sodio.

Procedimento:

Sciogliere l’acido citrico nell’acqua fredda in una pentola di acciaio inossidabile da almeno tre litri con i bordi alti (altrimenti la soluzione, all’inizio, potrebbe traboccare).
Aggiungere quindi 1 cucchiaio di carbonato di sodio: il liquido inizierà a reagire, quindi a fare effervescenza e si libererà anidride carbonica. Si consiglia di fare questo procedimento con finestre aperte o all’aperto. Quando smette di fare le bollicine, è allora il momento di versarvi un altro cucchiaio, così fino alla fine del carbonato di sodio.
Lasciate il preparato fermo per una notte: al mattino il liquido deve presentarsi trasparente e il suo ph deve aver raggiunto il 7. Imbottigliate e conservate in luogo fresco e buio.

 
 

Sodio citrato: scopri come produrlo in casa in 3 semplici mosse. ultima modifica: 2015-01-14T00:00:00+00:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.