Scarica il mio ebook sui trucchetti ecologici.

Il detersivo questo sconosciuto! Il mondo del detersivo ecologico assomiglia a una giungla dove ognuno dice e fa quello che meglio crede. Slogan inventati per indurre l’acquisto, claim inesistenti che promettono azioni altrettanto inesistenti, insomma in materia di detersivo regna l’ignoranza più totale.

Va un po’ meglio nel settore del detersivo ecologico, dove però gli eco-furbacchioni hanno iniziato a fiutare il business e molti vi si sono gettati a capofitto.

Che fare allora? Sicuramente l’informazione è fondamentale, sul web esistono molti mezzi, tra i quali saper distinguere, come il biodizionario, questo blog, Sai Cosa Ti Spalmi, il forum di Lola. Vi sono anche gruppi interessanti su facebook che parlano di detersivo, sapone, detersivo ecologico e… anche autoprodotto.
Proprio in merito al detersivo autoprodotto ci siamo accorti che occorre fare un po’ di chiarezza in merito, le informazione errate si rincorrono spesso e volentieri: il fatto è che per fare il detersivo in casa abbiamo a che fare con ingredienti anche instabili se miscelati con sostanze non idonee. Occorre quindi essere molto ben informati in merito e conoscere gli ingredienti che si vanno ad utilizzare quando si formula un detersivo.

 

Scarica il mio ebook con questo e altri 35 cleaning hacks..

Analizziamo oggi un ingrediente base del detersivo fatto in casa: il bicarbonato di sodio.

Bicarbonato di sodio: è un sale di sodio dell’acido carbonico, un elemento di origine minerale. È una sostanza debolmente alcalina. Sciolto in acqua, produce una soluzione lievemente basica: 50 gr in un litro di acqua a 25 °C ha pH inferiore a 8,6.
Non è un ammorbidente, non è sgrassante, non è anticalcare, anche se facendo una pappetta con acqua e bicarbonato si ottiene una crema leggermente abrasiva che si può utilizzare anche sul calcare. Per riscaldamento oltre i 50 °C tende a decomporsi in carbonato di sodio e anidride carbonica.

Utilizzi nel detersivo fai da te 

mpedisce la formazione di funghi soprattutto grazie alla sua salinità; assorbe gli odori legandosi alle sostanze volatili di essi responsabili; ha un debolissimo potere igienizzante; grazie alla sua debole alcalinità, in grado di stabilizzare il PH delle soluzioni intorno all’8,1, insieme a percarbonato e carbonato di sodio, inibisce la proliferazione di germi e batteri; essendo alcalino, accanto a sostanze acide o se sottoposto a temperature superiori ai 60 gradi, si decompone sviluppando Co2 (e quindi permette una migliore lievitazione, ad esempio, del pane).
Nel detersivo fatto in casa il bicarbonato di sodio non si miscela con aceto, acido citrico.

Trova questo e altri 35 trucchetti nel mio ebook sui trucchetti più efficaci per pulire casa bio ;)..

Detersivo, come utilizzare il bicarbonato di sodio in quelli fai da te (prima parte) ultima modifica: 2014-03-27T00:00:00+00:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.