PROBLEMA: Comodo il microonde… ma quando devi pulirlo ci sono schizzi in punti impossibili e ti scoraggi?

 

SOLUZIONE:  Con  questo  metodo  puoi  pulirlo  a fondo senza doverti sforzare: taglia un limone a metà, spremi il succo in una piccola ciotola di acqua, aggiungi le due metà di limone e metti la ciotola nel microonde per 5 minuti.

Il profumo fresco elimina gli odori e la condensa del vapore scioglie gli eventuali residui incrostati.

Trascorsi i 5 minuti, togli la ciotola dal microonde e passa un tovagliolo di carta nel forno, eliminando tutti i residui ormai sciolti. Voilà!

 

Ti è piaciuto questo trucchetto?

verdevero detersivi ecologici

Scopri tutti i trucchetti per pulire casa in modo naturale ed ecologico!

Scarica l’Ebook! Compila il Form qui sotto:

Quali altri consigli puoi darmi per pulire il microonde? La pulizia del microonde è un’operazione semplice ma che richiede attenzione in quanto le superfici a causa dei depositi di cibo possono facilmente permettere il proliferare dei batteri.

Per quanto riguarda le parti smontabili come il piatto, non ci sono grandi problemi, basta rimuoverlo e lavarlo in lavastoviglie con il nostro STOVI’ il detersivo ecologico per lavastoviglie Verdevero.

Quando il piatto è unito ad un supporto di un materiale non adatto per essere utilizzato in lavastoviglie, puoi immergere il tutto in un contenitore di acqua e bicarbonato e lasciarlo agire per circa un’ora. Successivamente puoi asciugarlo con un panno da cucina multiuso.

Come pulire il forno a microonde in modo naturale

Per pulire le pareti interne invece, vi fornisco alcuni pratici rimedi per ottenere il microonde del suo colore originale.

Le soluzioni da poter adottare consistono nell’uso di prodotti che molto probabilmente già hai nel tuo ripostiglio. Vediamole insieme:

Metodo 1# – Utilizzare l’aceto, un rimedio naturale ed ecologico

Puoi procedere mescolando l’aceto con l’acqua all’interno di una tazza, creando una soluzione composta per il 90% di acqua e il 10% di aceto.

Dopo di che, posiziona la tazza all’interno del forno e avvialo alla massima potenza per 5-10 minuti fin quando il vapore non avrà riempito il microonde. Una volta terminato il processo di “cottura” puoi direttamente pulire le pareti con un panno umido.

Il nostro panno Verdevero in microfibra multiuso è perfetto per questo uso!

Strofinando il panno, vedrete come lo sporco e i residui di cibo bruciato verranno via con facilità.

Vi starete chiedendo ma l’odore dell’aceto non si diffonderà per tutta la casa? Ebbene sì, questo piccolo inconveniente potrebbe verificarsi, tuttavia vale la pena provare il metodo.

L’odore infatti andrà via in pochi minuti, soprattutto se avete l’accortezza di tenere aperte le finestre mentre svolgete l’operazione.

Metodo 2# – Acido citrico o succo di limone

Questo metodo ha un duplice vantaggio, da un lato pulisce rapidamente lo sporco, dall’altro elimina ogni odore residuo. Pratico, no?

L’unica precauzione da tenere è verificare il rivestimento del microonde. Se noti uno smalto o una pellicola applicata alle superfici, forse questo metodo non è l’ideale per il tuo forno.

Di cosa hai bisogno:

Mescolare il composto e anche in questo caso inserirlo nel forno microonde alla massima potenza. Sono sufficienti 5 minuti per ottenere dei risultati formidabili.

Una volta che il microonde si spegne, ti consiglio di attenere altri 10 minuti per far agire bene il vapore. Dopo di che puoi procedere con la pulizia, strofinando il panno multiuso in microfibra sulle pareti.

Quando lo sporco è particolarmente sedimentato per aiutarti puoi utilizzare una spugna Evosponge Verdevero.

Metodo #3 – Utilizzare il bicarbonato

Il bicarbonato pulente Verdevero è altresì efficace sia per la pulizia del microonde che del grill. È un valido alleato quando l’elettrodomestico contiene incrostazioni e residui.

Il procedimento è molto semplice basta sciogliere 2 cucchiai di bicarbonato in mezzo litro d’acqua e far riscaldare il composto nel microonde alla massima temperatura per non più di 5 minuti.

Il vapore cattura lo sporco e il grasso che potrà poi essere rimosso facilmente con una spugna Evosponge Verdevero.

Quando lo sporco è particolarmente ostico si può creare una pasta unendo tre quarti di bicarbonato con un quarto di acqua e successivamente applicarla direttamente sulla superficie interna del microonde strofinando con un panno in microfibra.

I metodi che ti ho suggerito garantiscono che igiene e pulizia al tuo microonde ma può verificarsi che le pareti non siano ancora tornate del loro colore naturale.

Puoi accadere infatti che le componenti e le pareti in plastica con il tempo diventino un colore giallo dovuto alle radiazioni e agli sbalzi termici.
Ci sono alcuni trucchi da poter utilizzare per rimuovere definitivamente gli aloni e ridare al microonde il colore bianco originario:

Utilizzare la candeggina naturale con il Percarbonato di Sodio

Un prodotto che ha la stessa efficacia della candeggina è ottenuto grazie al Percarbonato di sodio. Per sapere come ottenere il composto visita il mio video su YouTube nel canale Verdevero.

Questo composto inumidito con un panno multiuso VERDEVERO ti aiuterà a rimuovere il giallo che con il tempo si è formato sulle pareti interne del microonde. Basta inumidire il panno e lasciarlo agire per diverse ore, magari l’intera notte.

Come pulire le pareti esterne del microonde?

Una volta che si è pulito l’interno, pulire la superficie esterna è un gioco da ragazzi. Le pareti esterne infatti, non sono intaccate direttamente dal cibo e non presentano lo stesso sporco ostinato dell’interno.

Anche in questo caso è il bicarbonato l’ingrediente che fa al caso nostro. È sufficiente creare un composto con un cucchiaio di carbonato con un bicchiere di acqua. Dopo aver unito acqua e bicarbonato si può inumidire un panno in microfibra e l’elettrodomestico tornerà lucido e pulito come un tempo.

Lo stesso trattamento può essere utilizzato per pulire il vetro, noi di Verdevero proponiamo un panno specifico per il vetro che permette di risparmiare acqua e tempo!

 

 

Limone per pulire il microonde ultima modifica: 2018-04-17T23:25:42+02:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.