immagine di sturalavandini a ventosa

Stura lavandini a base di acido citrico e carbonato

Se ti sei ritrovata con un lavandino otturato allora avrai di sicuro utilizzato un prodotto stura lavandini (o in alternativa una di quelle ventose di gomma).

Per intenderci uno di quei  prodotti con flacone arancione con tutti i teschi, pesci morti, alberi stecchiti sui pittogrammi nel retro dell’etichetta.

C’è un problemino…

Tra i prodotti più pericolosi utilizzati in casa, ci sono proprio loro: i disgorgatori o stura lavandini.

Questi prodotti sono prevalentemente composti da Soda Caustica (Idrossido di Sodio) o Acido Solforico, sostanze estremamente tossiche e aggressive per pelle e occhi e che possono rilasciare gas pericolosi soprattutto se a contatto con vapore acqueo caldo. Il rischio reale è quello di versarlo per sturare il lavandino e per errore respirare il gas sprigionato. E una boccata di gas può essere causa di svenimento, giramento di testa e quindi cadute.

L’alternativa qual è?

Stura lavandini naturali: acido citrico e carbonato di sodio

Il procedimento per sturare un lavandino in modo naturale è semplice. Segui questi semplici consigli:

Raccomandazione: se non si versa l’acqua bollente subito dopo l’impasto di acido citrico e carbonato di sodio, si corre il rischio che i prodotti si solidifichino e occludano lo scarico.

Per avere scarichi liberi, utilizza questo sistema, con dosi giuste, una volta al mese.

PS: questo trucco ti permetterà di tenere gli scarichi belli liberi e di non sentire mai più cattivi odori fuoriuscire dai tubi. 🙂

 

 

Stura lavandini a base di acido citrico e carbonato ultima modifica: 2017-10-23T00:00:00+02:00 da Fabrizio Zanetti

19 pensieri su “Stura lavandini a base di acido citrico e carbonato

  1. artfrog dice:

    ciao, il mio intaso del tubo è purtroppo nel muro , credo a 1,5 metri dallo scarico del lavello. la soluzione descritta può essere utile anche in questo caso?
    grazie

    • Elisa Verdevero dice:

      Certo! Se la prima volta non dovesse bastare un primo tentativo ti consiglio di farne un secondo. Inoltre per avere gli scarichi sempre liberi, ti consiglio di utilizzare questo sistema, con le dosi giuste, una volta al mese.

  2. Moira Verdevero dice:

    Ciao Susanna,
    diciamo che l’azione del sale grosso in questo caso è più “meccanica” ed è quella di grattare via lo sporco che si è formato attorno ai tubi.
    ACIDO CITRICO e BICARBONATO (oppure CARBONATO) quando si combinano insieme all’acqua generano ossigeno e in quel momento raggiungono i vari punti del tubo e lo sgrassano a fondo.

  3. Bianca dice:

    Ma sulle istruzioni del Carbonato dice di non usarlo sui tubi ( oltre che su altri materiali), in questo caso invece si può usare? Inoltre non è descritto un procedimento analogo ma con il Percarbonato in un altro articolo? ora sono confusa e non so cosa utilizzare…grazie…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ebook in regalo!Acido citrico, Percarbonato, Carbonato e Bicarbonato: gli ingredienti ecologici che hanno dato inizio alla rivoluzione delle pulizie sane, naturali e... economiche.

Scopri subito come usarli in casa ed iniziare a vivere in un ambiente sano e pulito. Iscriviti alla newsletter e ricevi l'ebook in regalo