Le donne ne sanno una più del Diavolo.

Se poi chiediamo alle nostre nonne, e se fossero ancora in vita, alle nostre bisnonne, ci direbbero che sì la lavatrice ha fatto loro risparmiare tanta fatica, ma che il bucato come una volta… era tutta un’altra storia!

Prendiamo, ad esempio, le lenzuola: nei tempi che furono, esse venivano lavate nei pentoloni di rame con acqua fatta bollire e lisciva, per poi essere stese ad asciugare, tempo permettendo, sull’erba dei prati (e i prati di allora non erano certo i nostri, sterilmente verdi, senza un fiore o un’erbaccia che comunichi disordine nel manto naturale!).

Adesso li laviamo in lavatrice e se abitiamo in una grande città o il nostro balcone affaccia su strade trafficate, li facciamo pure asciugare in casa.

Ma oltre a questi escamotage, le nostre nonne erano anche delle grandi osservatrici: prima di fare il bucato, contemplavano e studiavano cielo e astri, dando particolare rilievo alla luna.

Pensate che la donna mestruata non poteva fare il bucato (oltre che lavarsi, bagnarsi piedi e mani ai ruscelli, passare nei prati bagnati di rugiada, bere acqua fredda, lavarsi i capelli) perché la biancheria non veniva bella. Le donne non mestruate, invece, il bucato lo facevano ma dovevano cantare affinché i panni diventassero bianchi. Le trasgressioni a questi tabù potevano comportare il blocco del ciclo e un bucato non pulito.

La congiunzione astrale ottimale per fare il bucato era, ed è tutt’ora, ritenuta quella della Luna Calante nei segni d’Acqua (Pesci, Cancro e Scorpione) e poco prima del Novilunio. Le energie sottili che si sprigionano da tale congiunzione astrale e lunare sono in grado di disperdere maggiori sostanze nocive accumulate nei tessuti.

A maggior ragione, quindi, se avrete capi molto sporchi, macchiati di olio ad esempio, il consiglio è proprio quello di attendere la Luna Calante nei segni d’Acqua. Durante questi periodi, poi, lo sporco e i detersivi si sciolgono meglio, per cui il vostro bucato necessiterà di meno quantità di detergente.

In generale, il bucato viene bene quando la luna è calante, ma se lo farete nei segni non d’acqua ricordate che il rischio è quello della troppa schiuma.

Se farete il bucato in Luna Crescente, invece, vi conviene stenderlo immediatamente perché, in caso contrario, prenderà un forte odore di muffa.

Con la Luna Crescente e la Luna in Bilancia se i vostri panni in attesa di bucato saranno depositati al chiuso, potrebbero prendere odore di stantio e sviluppare muffa: vi consigliamo, quindi, contenitori di vimini rivestiti di cotone biologico o contenitori a rete ben areati.

Da evitare è il bucato in Luna Crescente, peggio se in Bilancia, o i giorni di Luna Piena: in questi periodi il vostro bucato non verrà completamente pulito e il detersivo rischia di rimanere attaccato agli abiti, creando allergie soprattutto ai vostri bambini.

Fatti il bucato lunare! ultima modifica: 2012-05-21T00:00:00+00:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.