E’ capitato anche a te?

Di pensare che Esista il folletto delle lavatrici che fa ricomparire le macchie sulle tovaglie?

O il folletto degli armadi che fa ricomparire le macchie sui vestitini dei bambini?

Ovviamente questo folletto non esiste (so che molti mariti ci speravano così da dare a lui la colpa delle macchie…)

Sono sicuro tuttavia che ti è capitato:

-Di lavare una tovaglia e poi ritrovarci una macchia sopra che prima non c’era.

Oppure…

-Tirare fuori dall’armadio i vestitini dei tuoi bambini e vedere macchie che prima non erano lì.

Come è possibile tutto questo?

È possibile grazie alla magia degli sbiancanti ottici.

Cosa sono gli sbiancanti ottici?

Sono delle sostanze introdotte all’interno di alcuni detersivi di origine petrolchimica che fanno sì che durante il lavaggio si fissino sui capi, e una volta asciutti tu non veda la macchia che però è rimasta li, nascosta.

È un po’ come il trucchetto che usava mio cugino quando nascondeva la polvere sotto il tappeto per far prima a fare le pulizie. E’ vero che lui faceva prima… ma poi mia zia doveva ripassare a sistemare la situazione.

Nel caso dei vestiti quello che devi sistemare sono queste due cose:

Rilavare i vestiti per togliere le macchie – stavolta veramente!

Eliminare gli sbiancanti ed evitare di metterti addosso quella roba chimica.

Infatti, se gli sbiancanti rimangono fissati sulle fibre e noi i vestiti ce li mettiamo 24h al giorno, significa che rimangono a contatto con la nostra pelle 24h al giorno e vengono lentamente assorbiti .

E poi ci stupiamo se la pelle dei nostri bambini è secca, è irritata, è arrossata e pruriginosa.

E se pensi che se sei a contatto con gli sbiancanti per tutto il giorno pensa a cosa ti trovi la notte sulle lenzuola.

Quando andiamo a letto continuiamo a strofinarci su lenzuola intrise di ingredienti chimici, ce li respiriamo (pensa al profumo di lenzuola fresche ma con profumi chimici) e ce li portiamo costantemente addosso sulla pelle.

Ma i danni maggiori li fai quando li utilizzi per pulire i vestiti dei bambini.

I bambini hanno la pelle moooolto delicata.

Metterla a contatto sin dalla giovane età con sostanze fissate sulle fibre dei vestiti solo perché noi li possiamo vedere puliti, è una cosa che non va assolutamente fatta.

Nel lungo periodo crea problemi di irritazioni, secchezza di pelle e dobbiamo intervenire con creme, bisogna intervenire con pomate cortisoniche e via discorrendo.

La soluzione qual è?

La soluzione è quella di utilizzare prodotti ecologici.

Esistono dei prodotti naturali ed ecologici che:

-tolgono davvero le macchie;

-sbiancano senza inquinare;

-non lasciano sostanze nascoste nei tuoi capi.

Il più famoso di tutti è il Percarbonato Sbiancante di Verdevero che ha lo scopo di sbiancare naturalmente le fibre a inquinamento bassissimo, quasi zero.


Limiti del percarbonato sbiancante:

Il Percarbonato ha un problema di utilizzo: per attivarsi e quindi sprigionare tutte le sue energie bisogna lavare i capi almeno a 50*.

È una temperatura molto alta che rischia di rovinare le nostre fibre.

Allora cosa si può fare?

Si può utilizzare BioBianco di Verdevero che sbianca a basse temperature.

BioBianco è una formula rivoluzionaria molto intelligente perchè è il primo che ti permette di sbiancare i capi già a 30° grazie al suo additivo naturale attivo a basse temperature.

BioBianco è il primo e unico sbiancante naturale attivo a  30° in commercio.

Puoi trovare lo sbiancante naturale Biobianco attivo a basse temperature solo all’interno della GreenBox di Verdevero o sul sito: https://www.verdevero.it

La Green Box di Verdevero è lo starter kit che ti permette da subito di passare alle pulizie naturali.

>La trovi qui!

Potrai iniziare a lavare i tuoi capi in maniera sana e senza lasciare sulle tue fibre sostanze irritanti, odori chimici che irritano le vie respiratorie, permettendo così alla tua famiglia di vivere in un ambiente pulito e di indossare capi sani.

Come fare a evitare gli sbiancanti ottici con BioBianco ultima modifica: 2017-05-05T15:58:29+00:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.