MANUALE PER UN BIO BUCATO PERFETTO

 

Ciao sono Fabrizio, fondatore di Verdevero.it, e quando ormai 7 anni fa iniziai a fare le mie prime lavatrici ecologiche rimasi deluso dai risultati che ottenevo con i detersivi che trovavo in commercio.
Capi grigi, ruvidi e spesso non puliti come volevo.
Fu allora che decisi che avrei creato il miglior detersivo per bucato ecologico in commercio e che avrei studiato il modo migliore per avere sempre capi puliti e morbidi.
Così ho creato BeiPanni e i FloReali, i profumatori per bio bucato Verdevero.

In questa guida ti svelo tutti i miei consigli e I miei trucchetti per il bucato perfetto.

 

 

 

Fabrizio Zanetti


COSA IMPARERAI IN QUESTA MEGA GUIDA

 

  1. Come fare il Bio-Bucato perfetto
  2. Come avere un bucato bianchissimo in 3 passi
  3. Come smacchiare i capi con BioBianco
  4. Come preservare i capi colorati e scuri
  5. Come avere un bucato morbidissimo in modo naturale
  6. Come avere un bucato profumatissimo
  7. Come eliminare il problema dei panni che puzzano dopo il lavaggio
  8. Come prendersi cura della lavatrice

verdevero detersivi ecologici

La Guida definitiva per un

BioBucato Perfetto!

Scarica l’Ebook! Compila il Form qui sotto:

COME FARE IL BIO-BUCATO PERFETTO

 

❖  Cosa ti serve: BeiPanni Verdevero

❖  Quanto detersivo usare:

❖  Separa i capi per colore

Problema:
Dopo il lavaggio in lavatrice può succedere che i bianchi si ingrigiscano e i colorati sbiadiscano.

Soluzione:
Riempi il cestello con capi dello stesso colore: fai una lavatrice per i bianchi, una per i colorati e una per gli scuri.

❖ Tieni in considerazione la durezza dell’acqua

Problema:
Se hai l’acqua dura ti serve più detersivo per ottenere gli stessi risultati.
Il detersivo è composto da vari ingredienti.

L’ingrediente che lava è il tensioattivo. Per lavare bene però il tensioattivo ha bisogno di avere il campo libero.
Ecco che gli corre in aiuto un altro ingrediente: il sequestrante, che libera il campo al tensioatttivo perché questo possa agire esclusivamente sullo sporco.
In pratica il sequestrante porta via il calcare dell’acqua e il tensioattivo così si può occupare solo delle macchie e dello sporco.
Diversamente una parte di tensioattivi si farebbe distrarre dal calcare e non sarebbero pronti a sciogliere e portar via lo sporco.
Avere l’acqua dura significa avere l’acqua piena di calcare e significa che servono più tensioattivi e più sequestranti per ottenere lo stesso risultato.

Soluzione:
Usa la giusta dose di detersivo in base allo sporco e in base anche alla durezza dell’acqua.

❖ Temperatura

Problema:
Se sbagli temperature corri il rischio di sciupare le fibre e sei certa di consumare più energia elettrica per scaldare l’acqua e di inquinare di più.

Soluzione:
Scegli la temperatura giusta in base al tipo di capi che stai lavando. Tieni d’occhio le etichette dei tuoi capi e segui le indicazioni riportate.

In generale possiamo dire di lavare I capi così:

  • Capi bianchi: lavare da 60 a 90 gradi;
  • Capi colorati e scuri: lavare a 30, massimo 40 gradi;
  • Capi delicati e in lana: lavare con i programmi specifici.

❖ Riempi il cestello

Aspetta di avere abbastanza capi da riempire il cestello prima di far partire la lavatrice.

VANTAGGI:
~ Più ecologico perché sprechi meno acqua;
~ risparmi tempo ed energie perché ripeti meno volte la stessa azione;
~ più economico perché hai meno consumi sulla bolletta e il detersivo dura di più.

❖ Orari

Problema:
La lavatrice è un elettrodomestico che consuma parecchia elettricità e gonfia le bollette, specie se non conosci gli orari giusti in cui lavare.

Soluzione Risparmio:
Fai partire la lavatrice durante le fasce orarie di risparmio energetico, la fascia F3 indicata da ENEL.

Ecco le fasce orarie Enel con cui risparmiare attualmente in vigore:

Risparmia un bel po’ di soldi lavando i capi nelle fasce F3

 

 

BUCATO BIANCHISSIMO IN 3 PASSI


1.
 Separa i bianchi dai colorati

I capi in lavatrice rilasciano parte dell’inchiostro con cui sono stati colorati in fabbrica e questi colori si vanno a mischiare alle fibre dei capi bianchi.

Come fare?
Per evitare che i capi si ingrigiscano, riempi la tua lavatrice solo con i capi bianchi.

2. Imposta la temperatura corretta

Segui sempre le indicazioni riportate in etichetta del capo. In linea generale possiamo dire che se non si tratta di capi delicati puoi impostare la temperatura da 30 a 90 gradi.

3. Usa BioBianco

BioBianco è una formula rivoluzionaria molto intelligente perché è il primo sbiancante ecologico che ti permette di sbiancare i capi già a 30° grazie al suo additivo naturale attivo a basse temperature.

 

 

COME SMACCHIARE I CAPI CON BIOBIANCO

 

❖ Cosa ti serve: BioBianco

Puoi procedere in tre modi diversi, scegli quello a te più comodo e congeniale.

 

METODO SMACCHIANTE #1:
Crema Anti-Macchia

❖ Come Fare:

Puoi creare una crema con acqua fredda e BioBianco e strofinare la crema che hai ottenuto direttamente sulla macchia, lasciare agire qualche minuto e mettere il capo in lavatrice. (Ti consiglio di fare una piccola prova in una zona poco visibile del capo prima di procedere a trattare la macchia.)

Preparazione:

  • Riempi 1⁄4 di misurino con BioBianco e aggiungi acqua fino a metà misurino;
  • applica questo mix direttamente sulla macchia da trattare e strofina qualche secondo prima di mettere in lavatrice.

 

METODO SMACCHIANTE #2
Ammollo dei capi

❖ Come fare:

Riempi una bacinella con 4 litri di acqua fredda e aggiungi:

  • 1 misurino di BioBianco per i capi colorati;
  • 2 misurini di BioBianco per i capi bianchi;
  • metti i tuoi panni nella bacinella e lascia che il prodotto agisca per un’ora;
  • procedi con il normale lavaggio.

 

METODO SMACCHIANTE #3:
A mali estremi…

❖ Come fare:

Usa questo trucchetto per i casi estremi, come quando tuo figlio si versa addosso alla maglietta la cioccolata calda o tutta la vaschetta del gelato (a me sono capitate tutte e due).

  • Bagna il capo da trattare, cospargilo di BioBianco nella zona da trattare;
  • arrotola il capo su stesso fino ad avere in mano un “salsicciotto”;
  • così arrotolato mettilo in ammollo un paio d’ore;
  • passate le due ore srotolalo e procedi al normale lavaggio.

 

 

COME PRESERVARE I CAPI COLORATI E SCURI


❖ Separa i capi

Per mantenere vivi i colori dei tuoi capi, fai sempre lavatrici separate, una per i colorati e una per i capi scuri.

❖ Imposta la temperatura corretta

Segui sempre le indicazioni dell’etichetta del capo. Se puoi usa la temperatura ancora più bassa. Naturalmente se i capi non sono particolarmente sporchi.

❖ Quanto detersivo usare

Non eccedere mai con il detersivo, stressi le fibre e se fai questo ragionamento:

PIÙ DETERSIVO = PIÙ PULITO

sappi che ti sbagli; la soluzione è sempre usare la giusta dose.

 

BUCATO MORBIDISSIMO IN MODO NATURALE

 

❖ Cosa ti servirà: Lemontrì

❖ Come fare:

Dosi consigliate per 5kg di bucato:

Acqua dolce e media: 80ml – 2 misurini;
Acqua dura: 120ml – 3 misurini.

Usalo ad ogni lavaggio versandolo nella vaschetta centrale della tua lavatrice (quella che di solito usi per l’ammorbidente).

VANTAGGI:
~ Lascia i panni morbidissimi perché elimina il calcare dalle fibre;
~ è economico (prova a confrontare il prezzo con un normale ammorbidente);
~ non lascia residui chimici di sintesi sulle fibre e sulla tua pelle.


COME AVERE UN BUCATO PROFUMATISSIMO

 

❖ Cosa ti servirà: BeiPanni FloReali 

❖ Come fare:

  • Versa i FloReali nella vaschetta della lavatrice insieme al detersivo per bucato BeiPanni;
  • dosalo in base a quanto profumo vuoi sentire nei tuoi capi:
    da un cucchiaino da tè (circa 2 grammi) a un cucchiaio da cucina (circa 5 grammi) va bene, dipende dal tuo gusto.

VANTAGGI:
~ Li puoi usare anche per i capi dei tuoi bimbi con la pelle delicata perché non contengono allergeni;
~ non lasciano residui chimici sulle fibre dei tuoi vestiti.

NO PUZZA,
COME ELIMINARE IL CATTIVO ODORE DAI CAPI DOPO IL LAVAGGIO

Problema:

Spesso il bucato puzza appena uscito dalla lavatrice.

A volte la colpa è della tua lavatrice sporca e carica di batteri.
Se lasci i tuoi capi lavati per qualche ora dopo che li hai lavati e la macchina non è mantenuta nel modo corretto di sicuro tirerai fuori vestiti puzzolenti.
Se utilizzi un normale detersivo di origine petrolchimica fai più fatica a sentire questo problema.
I profumi che contiene il detersivo petrolchimico sono molto forti e coprono l’odore di “muffino” che rimane sui capi a causa del ristagno di acqua sporca e di batteri.
Ma questi profumi non solo coprono il cattivo odore e i batteri ma possono darti fastidio e irritare le vie respiratorie perché contengono allergeni.

Pensa che te li porti sotto il naso tutti i giorni 24 ore su 24.

Allo stesso tempo questi profumi di sintesi di origine petrolchimica rimangono ancorati alle tue fibre e quindi tu te le porti addosso per tutto il giorno e ancora peggio, tuo figlio e tutta la tua famiglia.

Soluzione:

Usa BioBianco

❖ Lavaggi in lavatrice

  • Per i lavaggi di capi bianchi: aggiungi 2 misurini nella vaschetta assieme al detersivo BeiPanni Verdevero
  • Per i lavaggi di capi colorati: aggiungi 1 misurino di BioBianco nella vaschetta assieme al detersivo BeiPanni Verdevero.

BioBianco ha un effetto igienizzante e i tuoi capi a fine lavaggio saranno igienizzati e se anche li lascerai qualche ora in lavatrice non prenderanno fastidiosi odori.


❖ Igienizzante per la lavatrice

Te lo consiglio per effettuare dei lavaggi a vuoto della lavatrice per mantenerla pulita e sanificata.

Una volta ogni due mesi circa effettua un lavaggio a vuoto a 90 gradi, versando 2 misurini di BioBianco direttamente nella vaschetta del detersivo e azionando il lavaggio.

 

COME PRENDERSI CURA DELLA LAVATRICE

 

❖ Perché è importante prendersi cura della lavatrice?

La lavatrice raccoglie batteri e sporcizia di tutti… e se non la mantieni bene… li raccogli al prossimo lavaggio sui tuoi vestiti!
E va tenuta in un certo modo per farla durare nel tempo ma anche perché ti dia il grado di sicurezza necessario per i tuoi figli, per la tua biancheria e per tutti i capi che lavi.


La pulizia della macchina si fa in questo modo:

1. PULIZIA DEL FILTRO

La prima cosa da fare è pulire il filtro, che si trova generalmente in uno sportellino posto sul fronte della macchina in basso a destra o a sinistra, sotto l’oblò.

❖ Come fare:

  • Si apre il portellino, si svita la vitina che si trova all’interno (è molto semplice), si estrae il filtro che si trova all’interno;
  • ti consiglio di fare attenzione quando estrai il filtro, perché c’è una piccola fuoriuscita di acqua, quindi aiutati con un canovaccio messo per terra davanti alla macchina mentre fai questa operazione;
  • uscirà dell’acqua contaminata con residui neri e dello sporco appiccicato;
  • sfila e pulisci a fondo sotto l’acqua corrente e utilizzando Usamix di Verdevero, un detergente sanificante che elimina tutto lo sporco dal filtro.

 

2. PULIZIA DELL’OBLÒ

All’interno dello sportello della macchina c’è una guarnizione, solitamente grigia, dentro la quale si forma dello sporco.

  • È importante di tanto in tanto fare una pulizia con un panno e Usamix , il sanificante di Verdevero;
  • una volta fatte queste due operazioni puoi fare un lavaggio a vuoto della macchina con BioBianco di Verdevero per igienizzarla.
    Ti basterà mettere BioBianco nella vaschetta del detersivo e azionare un lavaggio ad alta temperatura – 60 gradi – della macchina.

3. PULIZIA DELLA VASCHETTA

❖ Cosa ti serve:

  • 1 contenitore o una bacinella sufficientemente grande per contenere la vaschetta;
  • 2 cucchiai di Percarbonato;
  • acqua bollente;
  • 1 spazzolino (va bene anche uno spazzolino da denti);
  • 1 Panno Microfibra Multi;
  • Detersivo Usamix.

❖ Come fare:

  1. Per prima cosa serve smontare la vaschetta:
    Per sfilarla completamente sforza leggermente e sfilala completamente.
    Una volta che hai la vaschetta in mano l’operazione è semplicissima.
    Passiamo al passo successivo.
  2. A questo punto riponi la vaschetta del detersivo nel contenitore o bacinella che ti sei preparato, aggiungi 2 cucchiai di Percarbonato e aggiungi acqua bollente fino a immergere la vaschetta;
  3. lasciala in ammollo 15 minuti;
  4. dopodiché potrai rimuovere con lo spazzolino lo sporco annidato nelle scanalature e negli angoli difficilmente raggiungibili della vaschetta.
  5. risciacqua la vaschetta con abbondante acqua;
  6. prima di rimontarla procedi a pulire con un panno umido e detersivo Usamix Verdevero il vano della vaschetta per rimuovere residui di sporco e detersivo dalle pareti. 

4. UN LAVAGGIO DISINCROSTANTE PER LIBERARLA DAL CALCARE

❖ Cosa ti servirà: Lemontrì 

❖ Come fare:

Di tanto in tanto fai un lavaggio a vuoto della macchina usando Lemontrì.

  • Versa 100 ml di Lemontrì nella vaschetta del detersivo e aziona un lavaggio (qui non è fondamentale l’alta temperatura, va benissimo un lavaggio normale a 30°).

 

La Guida Definitiva al Bio Bucato Perfetto ultima modifica: 2017-08-04T20:16:15+00:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.