L’oggetto più ricco di batteri in casa non si trova in bagno.

Hai capito bene, non è il Water e nemmeno il bidet.

L’oggetto più carico di batteri si trova in cucina ed è il tagliere. I recenti studi di EFSA e di NSF International lo dimostrano.

Anche coltelli, affettatrice e mixer non scherzano ma in questo articolo si parla di bagno e quindi bando alle ciance.

Tolto il tagliere i record di batteri si vanno a registrare in bagno.

Si sa quanto è importante l’igiene in bagno: questa è certamente la stanza dove si accumulano più germi rispetto al resto della casa.

In bagno si evacua e ci si lava, liberiamo il nostro corpo dalle tossine; e proprio per questo motivo occorre fare particolare attenzione all’igiene dei sanitari del bagno.

1 – Spugne e pouff per doccia

Se sei amante delle spugne o dei pouff per la doccia, devi sapere che qui rimane intrappolato molto dello sporco che se ne va dalla nostra pelle.

Che cosa fare quindi?

Disinfettale spesso. Lasciale a bagno per qualche minuto in acqua ossigenata a 12 volumi.

In realtà io mi son sempre chiesto se le spugne sono davvero necessarie per lavare il corpo o se possiamo farne tranquillamente a meno. Un posto in meno o una cosa in meno da pulire, male non fa!

2 – La parte inferiore del rubinetto e dei lavandini

Occhio non vede cuore non duole. Ma intanto lo sporco rimane lì annidato.

Ma se ‘butti l’occhio’ ti accorgi dello sporco che si accumula in questi punti.

Sotto ai rubinetti e sotto ai lavandini si deposita di tutto, per cui è molto importante pulire a fondo anche questi punti ogni volta che pulisci il il bagno.

L’ideale è farlo con una spugna abrasiva, soprattutto se lo sporco si è accumulato, e USAMIX il sanificante a base di ossigeno attivo di Verdevero.

3 – La tazza del wc e le pareti circostanti

Lo so che pulisci periodicamente il water.

Ma anche qui vale la stessa regola di sopra. E’ proprio dove non vedi o nei punti in cui non pensi che si a ad annidare lo sporco.

I germi non sono solo dentro la tazza del wc o sulla ciambella, ma anche sulla base del wc e sulle pareti circostanti.

Quindi, quando pulisci il wc è importante pulire non solo dentro l’asse, ma anche sotto e le pareti attorno.

È buona norma anche pulire lo scovolino del gabinetto: mettilo in ammollo nel wc con del Percarbonato finché tu fai il resto delle pulizia. In questo modo lo detergi e lo sanifichi.

Se ti sono piaciuti i miei trucchetti o se vuoi farmi una qualsiasi domanda su “Come pulire qualsiasi cosa“, iscriviti al Gruppo Facebook e potrai chiedermi direttamente li ogni tuo dubbio.

 

Igiene in bagno, 3 luoghi da tenere puliti ultima modifica: 2014-01-09T00:00:00+01:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.