Hai presente questa situazione?

Hai finalmente deciso che vuoi fare un grande cambiamento nella tua vita.

Vuoi iniziare a usare prodotti più naturali, che non facciano male a te, alla tua famiglia e all’ambiente.

Ne hai sentito tanto parlare e vuoi provarli anche tu.

Così vai tutta contenta al supermercato alla ricerca del tuo PRIMO detersivo per piatti bio.

Guardi tutti i prodotti sugli scaffali e per capire quale detersivo comprare guardi l’etichetta.

Vedi fiorellini, prati verdi e lo compri, convinta che sia naturale.

Ti suona familiare?

Eppure sappi che spesso ti porti a casa un prodotto che SEMBRA ecologico ma è ‘na ciofeca.

Vedi, fidarsi dell’etichetta non è sempre la mossa migliore.

Come diceva mia nonna “Mai giudicare un libro dalla copertina”.

Pensa che a volte in alcuni prodotti trovi scritto “ingredienti naturali” e magari sono solo l’1%…
Ti piacerebbe imparare a distinguere da sola i prodotti davvero sani, evitando le sole?

Continua a leggere e ti svelerò i trucchi che uso io quando sono al supermercato.

Ecco i 2 step per diventare un ninja dello shopping eco-bio:

1. Controlla gli ingredienti
2. Adocchia i bollini

1. OCCHIO AGLI INGREDIENTI

C’è la lista degli ingredienti?

Buon segno!

Se un prodotto è naturale non ha nulla da nascondere, perché non dovrebbero esserci gli ingredienti?

Quali ingredienti ci sono?

La lista degli ingredienti la trovi scritta così sul retro dei prodotti Verdevero:

Per aiutarti, ecco alcuni esempi di ingredienti  NON eco-bio:

Sodium laureth sulfate, Magnesium Laureth sulfate, MEA Laureth Sulfate, Amonium laureth sulfate SLES, PEG, Polietylenglicole.

Se trovi questi il prodotto è fatto con ingredienti chimici, aggressivi per la pelle e per l’ambiente.
Ed ecco invece alcuni esempi di ingredienti eco-bio:

Sodium Lauryl Sulfate, Lauryl/mirystyl Glucoside, Caprylyl/capryl Glucoside, Disodium Ethylhexyl Iminodipropionate, Cocamidopropilbetaine, Olivamidopropylbetaine, Ammonium Lauryl Sulfate, Sodium c8-10 alkyl sulfate

Se trovi questi è OK! Il prodotto è buono per la pelle e per l’ambiente.

Lo so, lo so, sono tanti e difficili da ricordare

La prima volta che li ho visti ho pensato “Ma come cavolo faccio a ricordarli tutti?”

Poi ho scoperto questo trucchetto ancora più semplice per essere sicura al 100% che un prodotto sia amico di madre natura.

E da allora non ho più sbagliato.

2. BOLLINI = I TUOI MIGLIORI AMICI

I tuoi migliori alleati nel fare la spesa bio sono questi due bollini qua:

icealav

Cosa vogliono dire?

Che se li trovi su un’etichetta puoi stare sicuro che il prodotto è 100% ecologico e cruelty free.

ICEA è il più grande ente certificatore del biologico in Italia.

Formato da un team di giudici super esperti da tutta Italia.

Che fanno un SACCO DI LAVORO PER TE, controllando in ogni dettaglio se un prodotto è davvero Ecologico.

Nel dettaglio fa dei test super approfonditi per assicurarti che:

– gli ingredienti di base siano sani e davvero naturali
– il prodotto finito sia effettivamente sano e utile a l’ambiente

LAV, la famosa azienda contro la vivisezione di fama mondiale, fa la stessa cosa ma dal punto di vita dei test sugli animali.

Se trovi il bollino LAV vuol dire che:

– il prodotto finito non è stato testato su animali
– i suoi ingredienti non sono testati sugli animali
– l’azienda non commissiona test sugli animali a terze parti

In questo modo puoi stare sicuro che NESSUN ANIMALE venga sacrificato o maltrattato nella creazione del prodotto che vuoi comprare.
Quindi controlla sempre se ci sono i tuoi amici bollini ICEA (per sapere che è davvero biologico) e  LAV (per sapere che è davvero cruelty-free)

E tu puoi mantenere un mondo più sano e più etico con le tue scelte al supermercato.

Fantastico no? 😉

Ok, a questo punto sei praticamente diventato un’esperto compratore di prodotti naturali,
Puoi andare e influenzare il mondo e la tua salute con la tua nuova conoscenza.

Se vuoi passare subito alle pulizie naturali e fare la tua parte per la salute della tua famiglia e della natura senza farti fregare da prodotti “finti” ecologici comincia dalla GreenBox, lo starter kit delle pulizie naturali.

>>>>>>La trovi qui<<<<<<

Detersivo ecologico: come riconoscere quello vero da uno fuffa. ultima modifica: 2017-03-31T17:18:46+02:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.