Se hai riscontrato dei problemi di lavaggio con la tua lavastoviglie sono certo

che nel 90% dei casi si tratta di uno di questi problemi:

  • resta una patina opaca sui piatti e sui bicchieri a fine lavaggio
  • le posate hanno delle macchioline
  • i bicchieri restano opachi
  • le pentole rimangono unte

Lo sapevi che i detersivi petrolchimici per lavastoviglie sono pieni di sostanze chimiche irritanti

come i pericolosissimi fosfati e meta-silicati?

Queste sostanze servono per far brillare i tuoi piatti e per sciogliere lo sporco e farlo scivolare via…

Il problema è che chi usa questi detersivi petrolchimici per la lavastoviglie si ritrova ad ingerire micro-quantità di sostanze chimiche di sintesi.

In più, ogni nostro lavaggio in lavastoviglie contribuisce allʼinquinamento di mari e fiumi.

Quindi un detersivo naturale per lavastoviglie non può contenere queste sostanze inquinanti.

Allora come fare per potenziare lʼeffetto del nostro Stovì senza inquinare noi stessi e il pianeta?

Prova alcune delle seguenti soluzioni:

 

1 Abbinalo al brillantante

Usa il brillantante abbinato al tuo Detersivo. Il brillante da usare con STOVÌ è ECOBRILL e lo trovi qui:

>>> CLICCA QUI PER SCOPRIRE ECOBRILL <<<
IL BRILLANTANTE ECOLOGICO DI VERDEVERO

 

 

2 Verifica la vaschetta del sale

Tieni ben fornita la vaschetta del sale.

Significa che è meglio non aspettare che la macchina segnali che il sale è finito, è meglio fare un rabbocco di tanto in tanto, ogni settimana va benissimo.

 

3 Non usare il programma ECO

Prova a cambiare programma di lavaggio.

Molto spesso il programma più indicato è quello breve a 45 gradi e NON il lavaggio ECO della tua macchina.

Fai alcuni lavaggi impostando programmi diversi e osserva se migliori la performance.

 

4 Verifica la tenuta della vaschetta del detersivo

Nel corso degli anni ho notato che molte vaschette hanno la guarnizione che non trattiene il detersivo e questo scivola fuori nella fase di prelavaggio.

In questo modo quando il detersivo dovrebbe entrare in azione in realtà è già stato sciacquato fuori dalla macchina e questa lava solo con acqua.

 

5 Prova col citrato di sodio.

Se nulla di quello che cʼè scritto sopra ha funzionato ti consiglio una misura estrema che richiede 5 minuti in più ma che risolverà di sicuro il tuo problema.

Tu già ora puoi fare una cosa che sono certo risolverà il tuo problema o lo renderà quasi nullo.

Vediamo come fare il citrato di sodio.

Ingredienti:

  • 100 ml di acqua
  • 25 gr di acido citrico
  • 20 gr di carbonato
  • una caraffa graduata da 1 litro (ti serve bella capiente)

Procedimento:

  1. Sciogli lʼacido citrico nellʼacqua
  2. Aggiungi un po’ alla volta il carbonato e lascialo agire. Vedrai che inizierà a frizzare creando una schiuma che tenderà a riempire tutta la caraffa.
  3. Una volta che ha finito di frizzare mescola ancora un po’ la soluzione che hai ottenuto e lasciala riposare per unʼoretta.

COMPLIMENTI! Hai appena creato il citrato di sodio.

Il citrato di sodio è un sequestrante naturale che ha lo scopo di eliminare icalcare e i residui dei metalli dalla tua acqua.

Metti un cucchiaino da caffè di citrato insieme a 20 ml di STOVÌ nella lavastoviglie (il citrato va aggiunto al detersivo nella vaschetta).

Conservazione:

Non c’è un tempo di conservazione specifico, la cosa migliore sarebbe farlo ed usarlo al momento, noterai infatti che gli ingredienti una volta messi insieme “frizzano” e sarebbe impossibile conservarli in un contenitore chiuso.

Due alternative che puoi provare sono:

  • 1) Fai la tua dose di Citrato da unire a STOVI’ e congela il tutto negli stampini x il ghiaccio così da crearti delle tabs lavastoviglie pronte all’uso.
  • 2) Diversamente:
    – aziona la lavastoviglie e aspetta di sentire il rumore dello sportello del detersivo che si apre.

    – A questo punto apri lo sportello e versa nel fondo della macchina un cucchiaio di ACIDO CITRICO e uno di CARBONATO.
    – Chiudi lo sportello e lascia lavorare la macchina.

ATTENZIONE: quando fai autoproduzione indica sempre cosa contiene il preparato, sia per saperlo usare al meglio che per questioni di sicurezza.

 

6 Tieni pulita la lavastoviglie

Hai notato che allʼinizio la tua lavastoviglie era molto più potente sui piatti?

Molti pensano che gli elettrodomestici che puliscono non vadano puliti.

Non è così, la lavastoviglie andrebbe lavata almeno una volta al mese.

Se non lo fai lo sporco staccato dai piatti si accumula ad ogni successivo lavaggio e i tuoi piatti verranno sempre piu sporchi.

Ma come si lava una lavastoviglie?

Ecco come fare:

  1. Smonta il filtro e poi lavalo con una spugna e un detersivo sanificante come USAMIX.
  2. Lavalo nella lavastoviglie vuota (come se fosse un piatto) e fai un lavaggio a vuoto con Carbonato di sodio o Percarbonato.
  3. Se vuoi tutta la procedura precisa vai a questo link: CLICCA QUI!

Lo sapevi che

Devi sciacquare i piatti prima di infilarli in lavastoviglie?

Se metti un piatto sopra lʼaltro nella lavastoviglie lʼacqua non arriva bene e non lo pulisce?

Disponi i piatti in modo che lʼacqua possa scorrere tra lʼuno e l’altro per un miglior risultato.

HelpStovì ultima modifica: 2014-01-25T14:43:03+00:00 da Fabrizio Zanetti

3 pensieri su “HelpStovì

  1. marcellinica dice:

    Ciao Fabrizio, ho provato stovì e sono rimasta super felice e ora ti dico perché: per la prima volta in tanti anni ho ottenuto dalla lavastoviglie lo stesso risultato del lavaggio a mano! Intendo delle stoviglie pulite e brillanti, nessuna ombra, niente odore chimico e soprattutto…scrocchiano sotto le dita! Segno di un lavaggio ben fatto e di un risciacquo perfetto. Premetto che ho sempre mantenuto pulita la lavastoviglie e che ora ho iniziato a farlo con i metodi eco che consigli sul blog, perciò non ho problemi di cattivi odori né di lavaggi insoddisfacenti.
    Ho persino smesso anni fa di usare il brillantante perché mi faceva schifo tirar fuori delle stoviglie unte e che facevano schiuma se riempite con acqua (classico esempio della pentola per bollire l’acqua, che al primo riempimento fa schiuma e la devi sciacquare…). Mi sono quindi detta, ok quella la sciacquo, ma i piatti, bicchieri e posate mica li posso passare sotto l’acqua prima di usarli! Quindi brillantante via…
    Con stovì ho notato che nel risciacquo, finalmente, l’acqua è limpida, al contrario di prima che continuava a fare schiuma, e questo è un motivo in più per essere felice di questo prodotto.
    Ho solo un problema…il pentolino con cui preparo il tè la mattina forma una riga scura dovuta ai tannini. Prima col bombe chimiche questa riga veniva via, ora con stovì invece non riesco a toglierla ed è l’unico sporco con cui ho difficoltà, per il resto ho dei risultati a dur poco perfetti!
    Help
    P.S. – vorrei provare il brillantante verdevero, ma sono terrorizzata…ti chiedo: è davvero indispensabile? Se sì, perché? Grazie in anticipo. Carla

    • Fabrizio Zanetti dice:

      Ciao Carla! Grazie dei complimenti. Li giro a tutta la tribù. Riguardo al brillantante, se sei soddisfatta con il metodo che hai testato non lo usare. La sua funzione è quella di asciugare più in fretta le stoviglie ma a quanto pare con la tua lavastoviglie non ne hai bisogno.

  2. glenda.tosca dice:

    Ciao,
    ho un problema lo sportello della lavastoviglie quando si apre purtroppo non lo sento perche’ quando va io non sono in casa… non lava per nulla nel modo giusto e ho provato a fare il liquido ma purtroppo con acqua ne fuoriesce dallo sportello mentre il detersivo non esce.
    Se io mettessi i 2 cucchiaini insieme al detersivo la cosa potrebbe funzionare?
    fammi sapere, ti ringrazio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SM E-commerce Popup Test