Ah la MUFFA! Chi di noi non ha avuto problemi nel combatterla?

La muffa, che è un essere vivente, infatti, si affeziona alle nostre case, agli ambienti dove trova un habitat perfetto: umidi, mura mal coibentate dove appunto filtra umidità.

Ovviamente la cosa migliore e sana da fare sarebbe quella di intervenire sulla struttura dove la muffa ‘prende casa’, ma come sappiamo non sempre ciò è possibile.

Occorre, quindi, come primo passo, cercare di tamponare e prevenire la muffa:

la prima regola in tal senso è quella di sapere che la muffa si ciba dei depositi di materiali organici che espelliamo quando ci laviamo, e che vengono assorbiti dal cemento nel momento in cui l’acqua schizza ovunque.

Non vi diremo di non lavarvi, ma di asciugare e detergere subito la superficie bagnata con un panno di acqua ossigenata a 12 volumi.

Sempre in linea col fatto che la muffa ama anche l’umidità, in particolar modo il vapore acqueo, sarebbe una buona cosa aprire le finestre subito dopo essere usciti dalla doccia, senza attendere neppure 1 minuto; inoltre, esistono delle simpatiche piante tropicali che si nutrono di umidità, perfette da mettere in bagno, funzionali e ornamentali.

Qui ne troverete delle belle!

Altri escamotage domestici da osservare sono: non asciugare i vestiti in casa; evitare armadi a muro troppo ingombranti, tenere la doccia pulita, qui si immagazzina lo sporco peggiore! Se tinteggiate le pareti, scegliete una pittura a calce, eviterete il proliferare delle spore.

Se invece la muffa già vi fa compagnia, allora non vi resta che chiamare i professionisti della muffa.

Dove li trovate? Clicca qui e ci ringrazierai per averti presentato l’esperto più esperto che esiste

Muffa in casa, come rimuoverla in modo naturale ultima modifica: 2013-04-29T00:00:00+00:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.