Ci capita molto spesso di parlare con persone che non utilizzano i detergenti ecologici: le domande sono sempre le stesse, dubbi spesso indotti da un marketing aggressivo da parte delle grandi multinazionali della detergenza e dalla scarsa conoscenza e comunicazione dei e sui prodotti ecologici di qualsiasi tipo.

Ma puliscono come gli altri?

Sì, i detergenti ecologici puliscono alla stessa maniera. Nello specifico, parliamo di tutti quei detergenti ecologici che sono certificati. Icea, ad esempio, il più grande ente certificatore per il biologico, nel disciplinare Eco-Detergenza, certifica i prodotti ecologici soltanto dopo aver effettuato test di performance con il corrispondente leader di mercato di origine petrolchimica. Esempio: il detergente per lavaggio manuale dei piatti e stoviglie VerdeVero.it è stato confrontato, in merito all’efficacia pulente, con lo Svelto. I test condotti da un laboratorio chimico indipendente hanno confermato la pari efficacia tra i due prodotti.
La differenza? Che i prodotti ecologici certificati hanno tutti gli ingredienti, tra l’altro leggibili in etichetta, di origine vegetale che, una volta immessi nelle falde acquifere, continuano a biodegradarsi per il 90%. Che un prodotto ecologico, vero, non viene testato sugli animali.

Ma si aggiunge al detersivo?

No, il detergente ecologico è un detersivo vero e proprio con le medesime performance di efficacia pulente di un detersivo comune.

Costa troppo!

Non è vero. Il detergente ecologico è, molto spesso, più concentrato di quello tradizionale. Per questo motivo ne occorre molto meno. Uno studio di VerdeVero.it ha confrontato i prezzi dei propri prodotti ecologici venduti online con quelli di Casa Henkel (sito di vendita online dei più conosciuti prodotti per la detersione della casa) e Desideri Magazine (sito di divulgazione di Procter&Gamble).
Il secondo passo è stato confrontare la quantità di una dose di ciascun prodotto per una durezza media dell’acqua (queste indicazioni si trovano in etichetta), dividendo poi il prezzo di acquisto dei singoli prodotti per il numero di dosi totali presunte del detergente medesimo (questo dato è risultato dalla divisione tra la quantità di prodotto e la quantità di ogni singola dose riportata in etichetta). È risultato che il detersivo per bucato ecologico di VerdeVero.it è il secondo più conveniente con 0,220 di costo a lavaggio dopo lo 0,208 del Biopresto.

Ma fanno schiuma?

Sì fanno schiuma come i detergenti tradizionali.
L’ingrediente addetto alla schiuma è il tensioattivo: ne esistono di vegetali (a ridotto impatto ambientale) e di sintesi petrolchimica (molto impattanti a livello ambientale).
In generale è bene imparare a leggere l’etichetta.
Sodium laureth sulfate, Magnesium Laureth sulfate, MEA Laureth Sulfate, Amonium laureth sulfate SLES, SLS, PEG, Polietylenglicole, sono tutti tensioattivi utilizzati in bagnoschiuma, creme, dentifrici e detersivi tradizionali: sono aggressivi per la pelle e per l’ambiente.

Non li acquisto perché non sono profumati!

I detergenti tradizionali hanno una profumazione ottenuta da processi di sintesi chimico-industriale, sono profumazioni sintetiche e spesso anche ottenute da animali, come nel caso della profumazione al muschio bianco.
Anche gli oli essenziali, seppur naturali e di origine biologica, contengono allergeni, come il limonene, il linalool o il geraniol che possono essere causa di allergie e disturbi a tutti coloro che hanno una pelle particolarmente sensibile.
Tra le altre cose, l’olio essenziale è inquinante, poiché è una sostanza che si biodegrada difficilmente ed è nocivo per molte specie acquatiche.
Per tutti questi motivi, scegliere un detergente neutro sembra essere la via più corretta per il rispetto della persona e dell’ambiente.

Le regole di un eco detergente (vero!)

1. Gli ingredienti devono essere di origine vegetale. Tutti. Non si accettano claim tipo “Con ingredienti di origine vegetale”. Quanti sarebbero questi ingredienti di origine vegetale? Uno, due, cento? Quali sarebbero?
2. Gli ingredienti devono essere indicati in etichetta. Se sono dei buoni ingredienti perché non elencarli in modo trasparente in etichetta?
3. Il detersivo deve avere una certificazione. Non una autocertificazione. Certificazione Icea o Aiab.
4. Non devono essere testati su animali. E anche per questo occorre una valida  certificazione. La più importante è quella della Lega Anti Vivisezione (LAV). Per intenderci il prodotto deve avere il logo del coniglietto.

Se vuoi scoprire i detersivi ecologici VERI di Verdevero inizia da qui:

GREENBOX – Migliora la tua vita con le pulizie naturali

Le 5 domande top sui detergenti ecologici ultima modifica: 2012-10-09T00:00:00+00:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.