Siamo circondati da chimica pericolosa, ecco come difenderti senza spendere una fortuna!

Attenzione: i 6 killer invisibili che si nascondono in casa tua e che stanno lentamente intossicando la tua vita senza che tu lo sappia

Vuoi sapere di più? Bene, questo è quello che intendo:

Probabilmente sai quanto è importante evitare ingredienti pericolosi e consumare prodotti sani e naturali…

E sicuramente sai che se vuoi vivere bene e a lungo devi inserire nella tua vita prodotti dagli ingredienti sicuri, sani e biologici evitando quelli chimici ed inquinati…

Qualsiasi specialista sarebbe d’accordo con me su questo, ormai è una conoscenza che hanno tutti…

E solo uno in preda ai deliri si sognerebbe di dire il contrario…

Tuttavia quello che scoprirai oggi è che l’inquinamento vero e più pericoloso non si nasconde sulla tua tavola, nelle vie trafficate o nelle fabbriche…

Il vero pericolo si nasconde tra le pareti della tua casa, del tuo ufficio, nelle scuole e negli ambienti chiusi di ogni tipo…

Infatti l’inquinamento nelle nostre case può essere fino a 7 volte superiore a quello esterno! (in alcuni casi fino a 100 volte!)

inquinamento in casa

Hai capito bene, anche una casa in una piccola città può essere più inquinata di un incrocio trafficato..

Secondo l’OMS l’inquinamento domestico produce il 60% dell’inquinamento da polveri sottili e inquina il pianeta più delle auto (specialmente ora che abbiamo i motori di nuova generazione)

Colpa di infinite fonti di inquinamento come detersivi, profumatori, vernici e altro…

Continua a leggere e ti rivelerò come individuare e risolvere il problema in casa tua (iniziando anche solo con 1 centesimo di spesa)…

Il problema è largamente sottovalutato come un tempo lo era quello del fumo delle sigarette, il pericolo non si percepisce subito ma lo si paga poi nel tempo.

Pensa che l’inquinamento domestico è il principale responsabile di patologie croniche dell’apparato respiratorio, della cute e delle mucose

L’inquinamento non è un problema a cui fare spallucce, è sempre peggio e sempre più evidente e tanti si stanno rendendo conto del problema.

“Nel mondo l’anno scorso l’inquinamento ha ucciso 9 milioni di persone e ogni anno uccide più delle guerre, della tubercolosi e dell’aids messi insieme!”

E non succede solo in Cina o nei paese del terzo mondo…

Anche IN ITALIA un DECESSO OGNI SEI è attribuibile all’inquinamento!

Secondo l’ISTAT nel 2014 sono morte 95.930 persone per cause legate all’inquinamento.

Persino la Stampa cerca di avvisarci di questo pericolo gravissimo:

la repubblica
corriere della sera
corriere della sera
corriere della sera
titolo la stampa
titoli giornale

Inoltre che un detersivo contenga componenti chimiche altamente tossiche te ne puoi accorgere semplicemente guardando il retro dell’etichetta e notando simboli come questi:

verdevero detersivi ecologici

Chi sono i veri killer nascosti in casa tua?

I fattori sono tanti e diversi ma quelli più importanti  sono:

– Deodoranti per ambienti chimici

– Detersivi chimici sintetici (40% dell’inquinamento domestico)

– Vernici e Mobili trattati con sostanze chimiche

Tutti questi prodotti possono causare malattie gravi e persino mortali a pelle e polmoni…

Infatti ogni attività che svolgiamo con un prodotto chimico aumenta l’inquinamento domestico (specie se non fai arieggiare le stanze mentre e dopo che pulisci)

QUANDO VENIAMO A CONTATTO CON QUESTE SOSTANZE?

Secondo alcuni studi americani passiamo il 90% del tempo al chiuso (a casa, in ufficio, in palestra, a scuola etc) e respiriamo aria viziata di: condizionatori, detersivi, profumi, vernici e mobili…

Ad esempio, ognuno di noi viene a contatto con questi prodotti quando:

Quando laviamo con detersivi chimici (non ecologici) stiamo sprigionando nell’aria i vapori e se non arieggiamo molto bene finiamo per respirarli…

Quando i residui dei detersivi rimangono all’interno delle fibre dei vestiti dopo il lavaggio e vengono poi rilasciati lentamente e assorbiti dalla pelle.

Infatti i detersivi sono studiati per rimanere nei tessuti ed è il motivo per cui quando lavi con l’ammorbidente i capi sono morbidi, perché rimane il principio attivo sulle fibre e viene rilasciato lentamente…

Non solo questo ma considera anche che

I bambini più piccoli che gattonano sono più vicini al pavimento vengono a contatto con i residui dei detersivi sulle mattonelle e magari con le manine che poi si infilano in bocca

E gli animali stanno sdraiati a terra a contatto col pavimento appena asciugato che sprigiona chimica da ogni dove e non sono protetti dai vestiti

E in più: Dopo aver lavato i piatti i tensioattivi del detersivo rimangono nelle stoviglie e li ingeriamo, in micro-quantità, ogni giorno..

Ad esempio hai mai visto la patina brillante color arcobaleno che rimane sui bicchieri dopo che lavi con la lavastoviglie? Bene, quello è un micro-strato che ingeriamo ogni volta che beviamo da quel bicchiere …

Un altro terribile esempio sono I deodoranti per ambienti e gli incensi che accendiamo che possono rilasciare ftalati, sostanze talmente tossiche che possono alterare le tue ghiandole e il tuo DNA!

Ma anche sigarette, stufe e legno bruciato in genere rilasciano sostanze per cui è bene arieggiare casa dopo l’uso…

Quindi questo significa che se non conosci gli ingredienti di un detersivo stai potenzialmente recando un danno alla tua salute e alla tua pelle….

E stai contribuendo ad un inquinamento aggressivo che danneggia il pianeta ogni giorno (quando buttiamo i detersivi negli scarichi finiscono in mare e nelle falde acquifere pesando sull’inquinamento e uccidendo la vita marina)

Se in etichetta leggi questi ingredienti, evita il prodotto.

molecole

Altri ingredienti da tenere d’occhio:

  • Trichloretilene: presente negli inchiostri da stampa, vernici, lacche e adesivi. Può causare sintomi quali eccitazione, vertigini, cefalea, nausea e vomito seguito da sonnolenza e in casi estremi addirittura il coma.
  • Formaldeide: si trova principalmente nei sacchetti di carta, nella carta cerata, nei tovaglioli di carta, nei pannelli in compensato e nei tessuti sintetici Possibili sintomi: irritazione del naso, della bocca e della gola e in casi gravi gonfiore della laringe e dei polmoni.
  • Benzene: Si trova nelle fumo delle sigarette, nelle colle  e in molte cere che si usano per lucidare i mobili. I sintomi associati all’esposizione a breve termine includono: irritazione agli occhi, sonnolenza, vertigini, cefalea, aumento della frequenza cardiaca, mal di testa, confusione e in alcuni casi possono provocare incoscienza.
  • Xilene: questa sostanza si trova in gomma, cuoio, fumo di tabacco e scarico dei veicoli. I sintomi includono: irritazione alla bocca e alla gola, vertigini, cefalea, confusione, problemi cardiaci, al fegato, danni renali e coma.
  • Ammoniaca: si trova nei detersivi, cere per il pavimento e fertilizzanti. I sintomi associati all’esposizione a breve termine includono: Bruciore agli occhi, tosse, mal di gola e pelle arrossata/pruriginosa.

E quindi cosa fare? Fare spallucce ed arrendersi alla situazione?

Non arrenderti così facilmente, le soluzioni ci sono e sono più piacevoli e semplici di quello che potresti immaginare:

Consigli per migliorare l’aria di casa e tornare a respirare come in Natura:

slide inquinamento

I consigli principali da seguire:

1) Arieggiare spesso casa: almeno 3 volte al giorno per 5 minuti alla volta.

2) Evitare i deodoranti spray e gli incensi prodotti in asia e che contengono ftalati e possono essere estremamente tossici

3) Usare detergenti ecologici e con ingredienti di origine naturale e arieggia bene quando usi quelli di chimica aggressiva.

4) Quando porti i vestiti alla lavasecco farli arieggiare bene all’esterno perchè rilasciano sostanze chimiche potenzialmente molto tossiche.

5) Controllare la muffa sui muri e stare attentissimi a quella scura in particolare

6) Mobili nuovi: occhio alla certificazione sugli standard di bassa emissione di formaldeide

7) Mai fumare in casa o respirare l’aria chiusa di una stanza dove qualcuno ha fumato

E se ti piacciono le piante ecco un consiglio che ti farà contento:

18 PIANTE DA TENERE IN CASA CHE PULISCONO L’ARIA (SECONDO LA NASA)

Negli anni 70 la NASA chiese al giovane studente Bill Wolverton di studiare quali piante usare per purificare l’aria dentro le astronavi. Dopodiché Bill si dedicò a studiare anche quali piante pulivano l’aria di casa e degli uffici, ecco l’elenco ufficiale:

piante

Se il tuo fioraio non è poliglotta ecco la  lista in Italiano.

  • 1. Palma da datteri nana
  • 2. Felce di Boston
  • 3. Nephrolepis obliterata
  • 4. Falangio
  • 5. Aglaonema
  • 6. Palma di bambù
  • 7. Fico beniamino
  • 8. Potos
  • 9. Anthurium andraeanum
  • 10. Liriope
  • 11. Rhapis excelsa
  • 12. Gerbera jamesonii
  • 13. Tronchetto della felicità
  • 14. Edera comune
  • 15. Sansevieria trifasciata
  • 16. Dracena marginata
  • 17. Spatafillo
  • 18. Chrysanthemum morifolium

ALCUNE PIANTE ASSORBONO FINO ALL’80% DELL’INQUINAMENTO DOMESTICO

 

La mia storia e come ho scoperto il problema sulla mia pelle

fabrizio

Ciao! Mi chiamo Fabrizio Zanetti, sono un papà, un marito e vengo dal Veneto…

Come esperto di pulizie da ben 3 generazioni ed autore del libro “Come Pulire Qualsiasi Cosa” sono più che qualificato per parlarti di questo argomento…

Vedi sin da bambino invece di voler fare l’astronauta o il pompiere come gli altri bambini io…volevo fare le pulizie

E nella mia vita ho sempre avuto a che fare con il mondo del pulito prima come rivenditore, poi come proprietario di lavanderie a gettoni e di un impresa di pulizie professionali…

Pensa che ho persino fatto il consulente per imprese di pulizie che mi chiamavano quando proprio non riuscivano a togliere una macchia impossibile tanto avevo accumulato una profonda conoscenza su questo argomento…

Insomma sono cresciuto in mezzo alle pulizie e ai detersivi di ogni tipo e sono conosciuto come un vero esperto del settore…

Forse per questo più di 4000 donne ed uomini da tutta italia mi seguono sul gruppo facebook “Come Pulire Qualsiasi Cosa con Fabrizio Zanetti”

Il punto di svolta

Avrei continuato ad essere un felice rivenditore di detersivi chimici se non fosse che 8 anni fa in una giornata di settembre, dove il cielo grigio sembrava far presagire già qualcosa di scuro…

Uscii fuori a prendere un po’ d’aria e spostando l’occhio sotto la manica della maglietta, sul mio braccio destro erano comparse delle macchioline rosse e pruriginose.  Pensavo fosse solamente un po’ di stress o un’allergia…

Si, sapevo bene che avrei dovuto curarmi di più della mia salute, ma ancora doveva succedere UNA COSA che mi spinse davvero oltre il limite…

Questa cosa successe pochi giorni dopo quando. dopo essere entrato in casa e aver dato un bacio a mia moglie e aver preso in braccio mio figlio di 11 mesi notai che sulla sua pelle ancora morbida e delicata erano comparse le stesse macchioline rosse che avevo io…

Era pieno di queste irritazioni…

bimbo irritato

(I puntini sulla pelle di Angelo apparivano molto simili a questi in foto)

Cosa avresti fatto tu al mio posto?

Bhè, lasciami dire cosa è successo a me: Il cuore inizio a battermi forte, iniziai a sudare freddo e la stanza sembrava girare tutto intorno a me…

insomma ero nel panico e lì per lì non sapevo cosa fare…un conto sono le macchioline sul mio Bracco, un altro è se compaiono addosso a mio figlio di un anno!

Solo per poi scoprire che anche il mio bulldog Ivo aveva gli stessi sintomi sulla pelle della pancia!

Con le testa tra le mani e il respiro difficile mi chiesi: che diamine sta succedendo alla mia famiglia?

Dopo essermi calmato abbastanza da ragionare decisi di andare dalla mia dermatologa di fiducia che mi disse in tono greve: “sono i detersivi di sintesi che usi e vendi in azienda che ti stanno causando questi problemi, usa prodotti più sani”

Sapevo che stare a contatto con prodotti chimici non mi faceva bene ma non mi convinsi prima di aver visto i danni che mi stava facendo…

Ebbene si…Il mio lavoro stava avvelenando i miei cari. Lo stesso lavoro che portava a casa il pane li stava intossicando…

Ho pensato che le cose non potessero andare peggio di così e sapevo avrei dovuto cambiare le priorità nella mia vita,  nel mio profondo c’era già questa consapevolezza… Esattamente come anche tu desideri vivere una vita più sana e piena di gioia…

Decisi di non usare più detersivi di sintesi e attesi qualche giorno…

Notavo che i puntini erano sempre meno fino a quando nel giro di qualche settimana la nostra pelle era tornata normale!

fabrizio e angelo foto

(Io e Angelo 5 anni fa, dopo essere entrambi guariti per sempre dal problema)

Ti piacerebbe profumare casa e il tuo bucato senza intossicarti?

Ho creato una formula rivoluzionaria che ti permette di profumare la tua casa e il tuo bucato di buono con prodotti 100% naturali e completamente sicuri anche per la pelli più sensibili.

E sono I FloReali Verdevero.

I FloReali Verdevero sono la rivoluzione che ti libererà per sempre dalla schiavitù dei profumi chimici.

floreali

Cosa sono i FloReali?

Sono delle magiche polveri che danno profumo alla vita di buono e sano

Come?

Bhè sono le prime polveri studiate per chi non si accontenta dei profumi generici dei detersivi da scaffale…

E sono studiati per chi vuole un prodotto:

– Con un profumo che sa di buono, pulito senza punte di chimico…

– Che ti da la libertà di scegliere quanto profumo vuoi sentire quel giorno

– E che ti da la libertà di scegliere OGNI giorno che profumo dare alla tua giornata.

Il tutto riducendo riducendo la quantità di sostanze potenzialmente irritanti sul nostro corpo e nell’aria di casa

Ed aiutando la Terra e l’ambiente a rimanere libera dal nostro inquinamento…

Vedi, qualche mese fa…

Ho chiamato personalmente uno dei due migliori profumieri in Italia…

(E noi Italiani avremo anche tanti difetti…ma sullo stile e il gusto siamo imbattibili!)

E insieme abbiamo studiato una gamma di profumi bio fatti apposta per il bucato!

I primi e gli unici profuma-bucato in polvere sul mercato sono:

  • 100% delicati e sicuri sulla pelle
  • Freschi e Bilanciati, studiati per profumare i capi al punto giusto
  • Facili e immediati da usare, scegli tu la giusta dose

E in più riducono enormemente l’impatto ambientale rispetto ai profumi sintetici che finiscono nei mari

Arrivano in 3 versioni… E profumano divinamente!

MIMI’: Profumo alla mimosa, evocativo di un’aria primaverile, caldo, rotondo e squisitamente delicato.

CAMY: Profumo alla camomilla, il più “morbido” e neutro dei tre, adatto per i più piccini e per chi vuole profumare sempre di buono e di coccole

LILLY: Ai fiori di lillà, annusando i tuoi capi e chiudendo gli occhi ti sembrerà di essere in un campo di lillà, un profumo distinto, ricco e raffinato

Come puoi usarli:

Una famiglia più bella e profumata:

  • Hanno un profumo delicato, studiato, raffinato e raro…
  • Saprai di natura e non di profumo chimico
  • Gli uomini odiano le donne col profumo…ma adorano le donne col profumo di floreali perché è naturale e sano.

Un profumo migliore ti crea un umore migliore:

  • Aprire l’armadio e sentire il profumo d FloReali ti mette il buonumore
  • Ogni tanto quando sei in metro o vuoi sentirti coccolata avvicina il maglione al naso e senti subito il caldo profumo fragrante di casa
  • Sanno di vero e sano pulito evitando sostanze chimiche, quindi ti rilassi sapendo di stare usando un. Prodotto sicuro

Durano più a lungo:

  • Scegli tu quanto vuoi far durare il profumo
  • Si mantengono più a lungo sui vestiti grazie alla maggiore penetrabilità delle fibre
  • Studiati per profumare anche dopo un uso intenso

Scegli tu che profumo mettere:

  • In base all’occasione
  • In base all’umore
  • In base alla stagione e al tuo feeling

Scegli tu QUANTO metterne:

  • Con un pratico misurino da oggi decidi tu QUANTO profumo mettere

Fanno bene al corpo:

  • Con profumi ipoallergenici
  • Sei tranquilla anche con i più piccoli
  • Non assorbi profumi chimici nella pelle

Fanno bene all’ambiente:

  • Sono profumi studiati e testat per essere sani e non creare allergie ed irritazioni
  • Contengono profumi a basso impatto ambientale
  • Non inquini con l’ammorbidente

Diversi usi, la tua fantasia è il limite!

  • Butta via i deodoranti per ambienti chimici
  • Odore di sano e buono e non di “sintetico”
  • Puoi profumarci dall’aspirapolvere agli armadi ai pavimenti alle tende ai lampadari.

Ma non fidarti di me… Guarda cosa dice chi li ha provati

recensione prodotto
recensione prodotto
recensione prodotto
recensione prodotto

>>>Clicca QUI e Scopri subito come ricevere 3 campioncini dei FloReali monodose a solo 1 centesimo (+ 4.90 di spese di spedizione)

Inquinamento domestico: un Killer invisibile tra le mura di casa ultima modifica: 2018-05-10T15:23:34+00:00 da Fabrizio Zanetti