Il mondo è inquinato. Abbiamo cacciato e pescato animali fino a farli estinguere. Le nostre risorse idriche si stanno esaurendo.

Facendo un pò di “zapping” tra vari eco-blog ci si imbatte in notizie tipo: “Allarme, il tonno rosso è in pericolo”, “Vivisezione, oltre 2 milione di vittime in 3 anni”, “I delfini uccisi dal petrolio”, “Le risorse idriche stanno finendo”.

Eppure la maggiorananza delle persone sembra non accorgersene, non pensare a come stiamo sfruttando le risorse a nostra disposizione e sterminando gli animali del nostro pianeta.

L’acqua scarseggia e ci sono persone che annaffiano il giardino come se l’erba un pò meno verde possa essere causa di chissà quale epidemia. Lo smog aumenta e al mattino si vedono file di automobili “mono-passegero” che sfrecciano sulle strade sgasando a ogni semaforo e a ogni incrocio manco fossero”mono-posto” di furmala uno.

E poi c’è l’eco-rispettoso che va in bici. L’eco-casalinga che annaffia le piante con la pasta recuperata scolando la pasta. L’eco-ristoratore che nel suo ristorante usa solo energia pulita.

Molte persone fanno eco-riflessioni, mangiano una eco-cena, comprano l’eco-auto, vanno in vacanza in un eco-villaggio.

E se provassimo a capovolgere la situazione?

Si, insomma, etichettiamo chi si comporta correttamente come “eco” e poi il resto. E chi sta sfruttando le risorse senza preoccuparsi delle conseguenze per i nostri figli o nipoti come lo etichettiamo? Chi non si preoccupa di salvaguardare le specie animali in estinzione cos’è? Chi non salvaguarda l’acqua bene di tutti come lo chiamiamo?

SE 100 anni fa il mondo non era inquinato significa che il comportamento di 100 anni fa era eco?

Non si sapeva nemmeno cosa fosse eco e cosa no. Forse la parola eco nemmeno esisteva. Non si etichettava ogni comportamento rispettoso dell’ambiente con eco. E forse è proprio questo l’errore di fondo: etichettiamo i comportamenti corretti mentre per quelli sbagliati o comunque migliorabili non ci poniamo nessuna domanda.

Perché non ci inventiamo un nome per i comportamenti sbagliati?

 

Eco-riflessione per eco-abitanti ultima modifica: 2012-04-10T00:00:00+00:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.