Arriverà mai in Italia il “Bicibus”?

Il piedibus è ormai un progetto che ha preso piede anche in Italia.

Al mattino si possono vedere davanti alle scuole di diversi comuni “i bus” formati da bambini festanti che camminano felicemente da casa verso le proprie aule.

E’ un progetto di mobilità alternativa nato principalmente per tre motivi:

  • combattere l’obesità infantile
  • ridurre il traffico veicolare nei pressi delle scuole
  • promuovere la socializzazione e l’autostima dei bambini

I bambini, anziché salire in autobus, si aggregano a piedi agli altri compagni. Il servizio funziona come un regolare servizio di trasporto bus, con fermate prestabilite e orari, autista, un adulto posto a inizio fila, e un controllore, un altro adulto che chiude la fila.

A differenza del tradizionale servizio autobus, il piedibus non risente del traffico, non inquina e fa bene alla salute.

In Olanda si sono spinti oltre, inventando il “Bicibus”.

Stessa funzione del Piedibus ma… tutti in bici.

Certo in Olanda la cultura della bici come mezzo di trasporto giornaliero e non solo come svago domenicale è molto forte. Ancora più importante l’educazione stradale degli automobilisti che rispettano i ciclisti anciché mirarli e sparargli contro con il clacson.

Sarà mai possibile inserire questo nuovo servizio anche in Italia.

 

Arriverà mai in Italia il “Bicibus”? ultima modifica: 2012-03-15T00:00:00+00:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.