Quando si parla di detersivi ecologici e biologici, diventa fondamentale sensibilizzare il più alto numero possibile di persone verso la problematica dell’acqua. Utilizzare l’acqua con criterio non significa soltanto risparmiare in bolletta, ma anche preservare le risorse idriche del Pianeta.Le buone pratiche ecologiche domestiche non possono prescindere da questo aspetto: ossia l'(ab)uso che dell’acqua si fa.
Purtroppo lo spreco maggiore di acqua non è in casa: sul sito web www.waterfootprint.org potrete leggere quanta acqua viene impiegata per la produzione di diversi prodotti che ogni giorno sono sulle nostre tavole. Il gemello italiano è www.impronta-idrica.org dove possiamo leggere che:

La produzione di un chilo di carne di manzo richiede 16 mila litri di acqua;
Per produrre una tazza di caffè ci vogliono 140 litri di acqua;
L’impronta idrica della Cina è di circa 700 metri cubi all’anno pro capite. Solo il 7% dell’impronta idrica cinese ricade al di fuori della Cina;
L’impronta idrica del Giappone, di 1150 metri cubi all’anno pro capite, per il 65% ricade al di fuori dei confini nazionali, il che vuole dire che il Giappone ha un alto consumo di servizi e prodotti realizzati all’estero con risorse idriche straniere;
L’impronta idrica degli USA è di 2500 metri cubi all’anno pro capite.
L’acqua è un bene al quale noi occidentali siamo abituati: scorre letteralmente via senza che ce ne accorgiamo.
Ma:
1 – in 5 minuti di doccia consumiamo 42,82 litri di acqua;
2 – in 10 minuti di doccia ne consumiamo 85,71;
3 – in 15 minuti di doccia consumiamo 128,57 litri d’acqua;
4 – in 20 minuti di doccia, consumiamo 171, 42 litri;
5 – lavandosi i denti per 3 minuti con l’acqua aperta, si consumano 25,71 litri d’acqua.

Riflettiamo su questi numeri e cerchiamo, nel nostro piccolo, di fare qualcosa di utile per il Pianeta.

Acqua: un bene prezioso da preservare ultima modifica: 2013-02-19T00:00:00+00:00 da Fabrizio Zanetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.